22 novembre 2006

Beati

Con Raimo ci conosciamo dai primi anni di università, me lo ricordo nel 1994 prima delle elezioni girare con una spilla del GS sul bavero del cappotto: mossa antiberlusconiana, proprietario (all'epoca) della Standa. Ne ho seguito l'evoluzione di scrittore, mi ha fatto scoprire David Foster Wallace, è l'unica persona che conosco che abbia preso parte alle prime "derive psicogeografiche" lutherblissettiane, abbiam parlato di Coupland e di Coe e di tanti altri.
E' quindi con molto piacere che linko questo pezzo da Liberazione.

...beati i rumeni morti sul colpo scivolando dal tetto alle 14 e 30 del primo giorno di lavoro mentre stavano operando in un capannone da mettere in sicurezza nella frazione dei Quercioli a Massa, che sarebbero rimasti a lavorare nella provincia apuana per circa due anni, per mandare soldi alla famiglia, moglie e tre figli, moglie e figli ancora in attesa dei risultati dell’inchiesta della magistratura.

2 commenti:

Effe ha detto...

beati e santi
(esiterà una categoria, "santi del lavoro", oltre che cavalieri del?)
Di certo costoro rientrano in quella dei Caduti sul (dal) lavoro.
Mi scuso per aver fornito un'informazone erraa circa l'assenza dei commenti sul suo blog, non avevo visto l'opzione.
Dev'essere per l'età e, verosimilmente, per i troppi caffè

Ricambi Originali ha detto...

Scuse non necessarie: i commenti erano disattivati fino a poco fa. Pero' forse i troppi caffé arricchiti hanno le loro colpe.