28 dicembre 2007

C'è qualcosa che non va

Se un treno roma-milano a/r costa oltre 100 euro e un roma-londra comprato ora per fine gennaio ne costa 20.
Cioe', come speriamo in Italia di abbassare le emissioni di CO2, se un'ora e mezza di treno (roma-firenze) costerà quasi 40 euro? Non dovrebbero esserci degli incentivi ad usare mezzi non inquinanti? Quando mai una coppia deciderà di fare Roma-Firenze spendendo 160 euro invece di 80 in auto? Pecoraro Scalzo fa qualcosa nella vita?
Intanto, speriamo che almeno lui legga il bellissimo articolo di Paolo Rumiz oggi su Repubblica. Chissà che i due neuroni di cui è dotato il Pecoraro Scarno si accendano contemporaneamente...

1 commento:

l\'oste Walter ha detto...

oltre al costo in sè c'è da considerare il servizio reso... in olanda ci puoi regolare l'orologio con il passaggio dei treni, e in più su certe tratte ne passa uno ogni 4-5 minuti... praticamente una manna quando facevo l'interrail...