15 maggio 2008

Kampala

Traffico estremamente caotico, peggio che la Cina. Mezzi di ogni tipo, soprattutto boda-boda e taxi condivisi.
Dopo il primo impatto, un po' scioccante, diventa solo una questione di problem solving. La cosa piu' estenuante, finora, sono le attese interminabili per avere la colazione:la preparano su marte.
Citta' dove se svolti un attimo hai baraccopoli in mezzo al fango, e una natura violentemente presente. LA forma di vita piu' visibile, dopo gli umani, sono degli uccellacci giganteschi, simili ad avvoltoi, che vedi dovunque sugli alberi, e fanno un po` paura. Domani si parte per Fort Portal.

Intanto leggo che in Italia sono iniziati i pogrom contro Rom e Romeni. Letto da qui, fa paura, non sembra normale come leggendo repubblica dal salotto di casa.

2 commenti:

walter ha detto...

avrai mica visto i temibili maribù?

simone ha detto...

i pogrom fanno paura anche da qui, dal salotto di casa, porco cane