11 gennaio 2008

Downgrading

Si discute molto sul web della nuova clausola che riguarda le pubblicazioni on line di opere protette (?) dalla SIAE, che richiede che l'opera sia "degradata". Mentre per musica e immagini questo è semplice (basta fissare un limite a bitrate o alla risoluzione), per i testi che succede?
Cioe', io prendo un racconto di Carver, lo ricopio tutto. Poi come faccio per degradarlo? Inserisco errori di ortografia e grammatica? Salto frasi? Oppure, lo riscrivo con parole mie?

Fu poco dopo che lasciai la mia consorte che conobbi Dean. Da poco, ma non ve ne parlerò, avevo avuto una grave patologia, che in parte causò quella mesta e dolorosa separazione, nonché un po' di depressione nella mia testa.

4 commenti:

Kevin Pistone ha detto...

mi pare che la regola sia di aggiungere degli insulti o parolacce di tanto in tanto...

Ricambi Originali ha detto...

Uhm, qualcosa tipo:

Tutti oramai lo chiamavano don Ciccio. Era il dottor Francesco Ingravallo comandato alla Mobile, guardia infame; uno dei più giovani e, non si sa perché, invidiati funzionari della sezione investigativa; ubiquo ai casi, sempre in mezzo alle palle, onnipresente su gli affari tenebrosi. Di statura media, piuttosto rotondo della persona, 'na palla de lardo, o forse un po’ rozzo, di capelli neri e folti e cresputi che gli venivan fuori dalla metà della fronte quasi a riparargli i due bernoccoli (pure cornuto!) metafisici dal bel sole d’Italia, aveva un’aria un po’ assonnata, un’andatura greve e dinoccolata, un fare un po’ tonto come di persona che combatte con una laboriosa digestione, 'na faccia da rincojonito: vestito come il magro onorario statale gli permetteva di vestirsi, da purciaro, e con una o due macchioline d’olio sul bavero, quasi impercettibili però, quasi un ricordo della collina molisana, 'sto burino rifatto.

[ral] ha detto...

A legger il tuo post mi viene in mente al liceo quando il mio compagno di banco mi implorava di passargli il compito e poi mi diceva: "Grazie, eh, per non farmi beccare ho modificato un po' con parole mie."
Io sei, lui tre.

Kevin Pistone ha detto...

http://www.degradarte.org/